Garlasco, responso finale della ASL: acqua potenzialmente cancerogena

Bentazone

Bentazone

Altro che acqua “miracolosa”.

La fonte di Ivo Pignatti contiene bentazone in quantità tre volte superiore ai limiti consentiti.

Questo il responso dell’ASL sull’acqua che da molti – probabilmente sotto gli effetti di un colpo di sole avuto durante le lunghe attese in macchina per raggiungere il pozzo – era stata già definita un “dono di Dio.”

Il bentazone è un fitofarmaco, vietato sin dal 1987 per la sua tossicità, utilizzato in agricoltura come diserbante nelle coltivazioni di riso e frumento, per cui potrebbe essere arrivato alle falde dalle risaie.

Nonostante questo, la corsa all’acqua “cancerogena” non cessa. Il pozzo di Pignatti è incessantemente preso d’assedio da curiosi e “fedeli”, che riempiono taniche e bottiglie di quell’acqua che di “miracoloso” ha il solo fatto che nessuno, finora, ne sia rimasto intossicato.

A nulla sono serviti i cartelli affissi per ordine del comune, ad indicare il divieto di bere da quella fonte inquinata da anni e anni di diserbanti diffusi sulle risaie. La folla è in preda all’isteria collettiva, nella speranza di un miracolo. Speranza che il proprietario del pozzo non manca di alimentare, in barba ai divieti e alle analisi della ASL.

Ormai i “pellegrini” arrivano da ogni parte d’Italia, ma non per visitare il vicino santuario della Bozzola. Solo per riempire taniche d’acqua. La delirante “caccia all’acqua miracolosa” è arrivata a un punto tale che masse di persone prelevano acqua anche dall’erogatore pubblico posto all’angolo del parcheggio del santuario della Bozzola, convinte delle proprietà curative dell’acqua di Garlasco.

Trattasi, però, di comunissima acqua dell’acquedotto comunale, che non nasconde nulla di “soprannaturale”.

«Li ho visti io con i miei occhi,» ha detto preoccupato l’assessore Enzo Rossato, «pellegrini intenti a riempire contenitori capienti quanto damigiane, un po’ come è accaduto domenica scorsa alla cascina Prevosta di via Cà Bassa. Ma nel parcheggio di fronte al santuario, l’acqua è la stessa che scorre dai rubinetti, credo valga la pena sottolinearlo mai come in questo periodo: non è benedetta né miracolosa».

Non rimane che sperare in un pronto ritorno al buonsenso.

43 commenti

  1. addirittura

    • RE: SORGENTE DI GARLASCO (PV)

      azz se funzia

      ragazzi,io soffro di tante cose,tutte causate dal sistema nervoso, lexotan, mutabon mite,e altrei psico farmaci, consigliati da 5 neurologi, a stento riparano i danni.Sono stato alla sorgente di Garlasco e dopo 15 minuti che avevo bevuto un po’ di acqua,che probabilmente ha iniziato a circolare nel sangue, mi sono sentito ,i nervi ultra relax come non mai,alle mani sopratutto.
      Adesso le muovo nella bambagia ,prima mi sermbrava di essere un paralitico.
      Ho fatto delle ricerche e ho saputo che in quell’acqua altre a quantita’ di ferro e magnesio c’è il 34% di betanzone,un acido attivo,presente nei diserbanti, è una quantità oltre il 10 % consentito,che ha reso l’acqua nn potabile.

      Probabilmente ha un efetto antinfiammatorio, su alcuni tessuti.Nn so che dire,mentre alcune medicine lo hanno ma con una durata,di 1 -6 ore,questo sta durando da 3 giorni, dopo una solo ribevuta.Adesso nn bevo piu perche volgio vedere quanto dura.

      Giustifico questa cosa con le mie povere conoscenze, che i nervi viaggiano per abitudine, impari a suonare e continui, se il nervo impara a creare un infiammazione continua a farla automaticamnete,e forse,o questo acido rimane nei tessuti, oppure da una batosta tale che il nervo nn ritorna pou’ al suo vizio.

      Forse ha poi i suoi danni al fegato, nn so,ma anche tanti altri farmici come Aulin, ritirato in alcuni paesi, lo fanno,…è da vedere, Ivo Pignatii ha 80 anni e li porta bene, in piu è da vedere se serve berne sempre.Ioho bevuto due -tre volte.

      Consiglio a tutti quelli che hanno un male che potrebbere nascere da un infiammazione-infezione,a provarla, e berne un po nn muorite di certo.Ci sn verità da approfondire nn da negare.

      Un grazie al cielo, non perche questo è un miracolo, ma perché è tutto un miracolo quello che viene dalla vita.

      Ciao
      Luigi.

      • questa cosa mi sa tanto di EFFETTO PLACEBO, ……

      • Non è effetto placebo, è un bocia che si diverte a far montare l’isterismo collettivo… quasi quasi invento un miracolo anche a casa mia sai che soldi e che risate??

      • bella questa, a certe persone dovrebbero dare la medaglia per il MONGOLINO D’ORO dell’anno

      • si è lo stesso testo di parecchi altri commenti in altri blog….

      • come dici ? : “… acqua, che probabilmente ha iniziato a circolare nel sangue …” ???

        • rileggendo il tuo testo e ripensandoci … credo di avere fatto una battuta stupida. chiedo perdono.

          • ce ne sono tante di battute stupide….

            la prima battuta stupida è affermare che acqua contenente alto tasso di pesticidi sia addirittura miracolosa!

      • gentile signor Luigi volevo avere alcune informazione in merito all’ acqua di garlasco se ha provato ancora a berla e se gli effettti sono durati nel tempo
        un grazie mille
        il delfino rosa

        • MA SE PRENDESTE IN CONSIDERAZIONE DI PIANTARLA DI CREDERE A QUESTE BAGGIANATE?
          CI SONO PERSONE CHE HANNO STUDIATO PER ANNI, LAVORANO PER GUARIRE LE PERSONE E SI CHIAMANO “MEDICI”!!!

          PER I MIRACOLI OCCORRE RIVOLGERSI PIù IN ALTO!!!

        • ORA VENDONO BOCCETTINE DI ACQUA SU EBAY E FANNO CREDERE CHE SIA QUELLA DELLA FONTE DEL PIGNATTI….
          E I “POLLI” LA COMPRANO A 10 EURO IL BOCCETTINO (100 ML)…

          BRAVI FENOMENI!

    • DA UN PERIODICO PUBBLICATO A GIUGNO 2010:

      A Garlasco il Comune ha ordinato la demolizione della fonte della Prevosta, al centro di numerosi pellegrinaggi da parte di chi riteneva che le sue acque avessero potere curativo, sebbene successive analisi abbiano dimostrato che contenesse anche sostanze pericolose per la salute.

      Secondo l’ordinanza firmata dal sindaco Enzo Spialtini entro 90 giorni la struttura provvisoria che ospita la fonte deve essere demolita.

  2. http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=373555

    c’è una richiesta di rettifica per un articolo apparso su un giornale, da parte del vicesindaco di garlasco, dove parlavano del pozzo…non commento

  3. non confondiamo l’acqua della cascina prevosta (di sorgente, tossica e non potabile), con quella che si raccoglie al santuario della bozzola a 2 o 3 km di distanza,… non sarà magari miracolosa ma almeno è potabile ed una delle più fresche e pulite della zona…

    • non vi dico il numero di “polli” che arrivano ai rubinetti del santuario per prendere l’acqua pensando che sia quella della Prevosta e quelliche, viceversa, vanno alla Prevosta credendo che sia quella del santuario….

      • stsmattina sul piazzale del santuario c’erano un centinaio di persone pronte a partire per la cascina, non vi dico le loro reazioni ai commenti di quelli del posto che dicevanoloro che sarebbero andati a bere dell’acqua inquinata e non aqua benedetta o miracolosa: una signora gli è saltata in testa come una faina….dovevate sentirla…una vera jena…
        ma dove siamo arrivati dico io?
        questo è fanatismo allo stato puro!

  4. la madre dei creduli e’ sempre incinta

    • vero sforna boccaloni a tutto spiano

  5. Ma se è dell’acquedotto perchè è inquinata?
    Anche le altre fontane sono cosi mal ridotte?
    E poi mi lamento delle acque in bottiglie…meno male che ci sono oserei dire!

    • quella della cascina prevosta non è dell’acquedotto, ma è un pozzo scavato in mezzo alle risaie ed utilizzata per irrigare i campi, come tutti i pozzi dei dintorni.

  6. Se l’acqua del sig. Ivo e’ cosi’ inquinata come dice l’ASL perche’ ci fanno mangiare il riso coltivato in quei campi? Perche’ l’acqua e’ inquinata (anche se viene estratta ad una profondita’ di 14 mt) ed il riso no? L’ASL ha fatto i controlli sul riso? I contadini della zona che si lamentano di un po’ di viavai di gente (li farei vivere in centro a Milano) sono sicuri che il loro riso non sia inquinato?

    • chissà se qualcuno dovesse caderci dentro e berne una quantità eccessiva, magari diventerebbe come Obelix ed acquisterebbe una forza eccezionale e optrebbe aiutare la polizia locale a combattere la criminalità e mantenere l’ordine.

      • bella questa, te l’apopggio:
        oltre che ad essere miracolosa potrebbe dare anche superpoteri..hihihihih
        roba da fumetti veramente

    • non è solo via vai come a milano…

      qui non ne possiamo più di tutta questa folla, non si vive più sia di giorno che di notte….

      mi piacerebbe che provaste cosa vuol dire avere giorno e notte gente che vi arriva in casa a chiedere dov’è la fonte, che parcheggia ovunque e che lascia sporcizia ovunque.
      se lo facessero a casa vostra?

      • agostino
        prova a fare il cambio, visto che ti piace tanto la campagna, vieni quindici giorni a vivere nelle case dei contadini dei dintorni e poi mi saprai dire

        non possono nemmeno circolare coi trattori, non possono lavorare per via della gente che va e che viene e siamo in procinto di parecchi raccolti stagionali, stanno per buttare via interi mesi di lavoro per questi disagi.

        chi glieli ripaga?

        se ti negassero lo stipendio per qualche mese, nonostante tu abbia lavorato duramente, come ti comporteresti?

        è facile parlare per chi non vive qui.

    • cosa non è inquinato al giorno d’oggi?
      ma anche andarsi a cercare una cosa di cui è stata dichiarata la forte tossicità è prprio da fessi.

  7. i contadini della zona si lamentoano perchè la folla che arriva, parcheggia in mezzo ai loro terreni gli rovina il raccolto, poi il traffico impedisce loro di spostarsi coi trattori ed i mezzi di lavoro…
    i pesticidi vengono sparsi si raccolti ad un certo punto della maturazione del prodotto, dopo il tempo necessario vengono smaltiti dalla pianta stessa. mentre quella parte che ricade nell’ acqua e sul terreno penetra in profondità ed inquina le falde.
    non occorre essere periti agrari per sapere queste cose—-

  8. ….e non bisogna essere periti agrari x capire che comunque una parte del pesticida viene assorbita dal prodotto…e’ ovvio…svegliamoci bambini…

    • beh a questo punto non mngeremmo più nemmeno la pasta e il pane ahahahah

  9. Una sorgente, anzi risorgiva che non pesca acqua di falda freatica bensì capta il percolato della campagna sovrastante e sgorga proprio per la pressione esercitata da questa percolazione CHE NON CONTENGA DISERBANTI questo sì che sarebbe un MIRACOLO!!!!
    Vogliono bere l’acqua?? non c’è problema, basta che si faccia una bella ordinanza che vieti l’utilizzo di FERTILIZZANTI, CONCIATURE DEL SEME, DISERBANTI, ANTICRITTOGAMICI, in un raggio di qualche chilometro sopra e sotto al piano generale terrazzato, in capo a qualche anno l’acqua sarebbe un po’ migliorata, la salute dei consumatori anche, e gli agricoltori potrebbero usufruire di un bel po’ di promozione gratuita.
    Torniamo coi piedi per terra, miracolosa o no, perchè non farne un bel business
    (La chiesa ha 2000 anni di esperienza sarebbe un peccato non seguirne l’esempio)

    • ma valla far capire a certa gente!
      se invece di ammazzarci a fare commenti lasciassimo sbollire la cosa e lasciassimo fare alle autorità, penso che in poco tempo tutto tornerebbe come prima e garlasco tornerebbe nella pace della provincia lomellina, nonchè nell’oblio (a parte il caso chiara poggi)

      • io non tirerei in ballo la chiesa in se stessa, se on sbaglio fino a qui non ha preso nessuna posizione.
        l’ideale sarebbe che le autorità si svegliassero una buona volta ed invece di appendere solo cartelli passino ai fatti e facciano chiudere il pozzo.
        o, per lo meno, vietare che sia aperto al pubblico.
        sta procurando parecchi disagi ai residenti e danni agli agricoltori.
        ma, a quanto pare, tutto tace.

  10. Lasciamo stare le ordinanze del sindaco….. non vorrei proprio essere nei suoi panni.
    Guarda che casino fanno solo per i cartelli appesi e urlano al COMPLOTTO ! figurati se il sindaco dovesse chiuderla al pubblico.

    Spialtini è in una brutta situazione se la chiude i fanatici lo mangiano vivo, se non la chiude potrebbe essere accusato di non vigilare sulla salute della comunità.

    Non è facile intervenire col buon senso in una situazione di isteria collettiva miracolistico/superstiziosa.

    • spero, a questo punto per loro stessi, che i residenti si facciano più furbi e raccolgano le firme, inoltrino degli esposti in procura, questura, ministero della sanità o dove vogliano.
      se il sindaco ne vuole uscire si rivolga in alto.
      facile nascondere la testa sotto la sabbia.
      se ha paura di essere mangiato vivo dai fanatici faccia intervenire le forze dell’ordine, anche l’esercito se dovesse servire, come è già successo da altre parti.
      vedrete che la cosa si risolverà in brevissimo tempo.
      purtroppo in questa società moderna siamo troppo permissivi mentre occorrerebbe più spesso il pugno di ferro.
      non si odveva neppure permettere che iniziasse sta cosa….

      • Brutta cosa la politica.
        Un sindaco NON PUO’ inimicarsi tanta gente ignorante… a patto che “voglia” farlo deve far risultare che il mandante è un’altro.

      • non ditemi che non può, in sordina, aiutare sarah fontò e gli abitanti della zona…se vuole può sicuramente.
        poi guardate i filmati che sarah ha messo su youtube nel suo canale (numeri 75-78-78) http://www.youtube.com/user/boscoticino

        non parla bene italiano perchè è inglese, ma si sta riducendo uno straccio e sta prendendo psicofarmaci a causa dei disturbi provocati dai fanatici che arrivano ad ogni ora del giorno e della notte.

        poi leggete alla pagina https://abateoimpertinente.wordpress.com/2009/07/29/garlasco-elisir-della-guarigione-dal-pozzo-dei-miracoli/#comment-897
        la risposta del nipote di IVO è in commento al secondo post, propprio di sarah fontò:

        Commento di Dario on Agosto 18, 2009 8:29 pm
        Il papà di Ivo era mio nonno e Vi garantisco che non ha mai avuto il fuoco di Sant’Antonio!!!

        e poi ancora:

        Commento di Dario on Agosto 20, 2009 3:41 pm
        Preferisco non aggiungere altro, tanto i fanatici continueranno a credere quello che vogliono e i giornalisti “montano” il caso a loro favore…
        Il mio pensiero è che Ivo è stato fin troppo ingenuo e ha parlato troppo con chi non doveva.
        Il potabile o meno dell’acqua? Vi ricordate negli anni ‘80, quando bentazone, molinate e atrazina erano in percentuale ASSOLUTAMENTE esagerata nella nostra acqua potabile? e vi ricordate anche come andò a finire?
        Meglio fermarsi qua!

      • X BRUNO

        sei per caso parente del sindaco che lo difendi tanto?

        proprio perchè è il sindaco deve mettersi in mezzo per tutelare i suoi cittadini (che lo hanno votato e quindi hanno fiducia in lui)

        doveva muoversi subito invece di farsi fotografare a bere l’acqua.

  11. ATTENZIONE per il pelligrini di 23/08 AVVISO

    http://motherofsonofthor.blogspot.com/2009/08/sta-attento.html

  12. Io nelle analisi dell’acqua dell’ASL non ci credo proprio, stranamente come mai chi usa gli alimenti dei campi adiacenti in questi anni non si è mai ammalato.
    ma il grande IVO è arrivato alla sua terza età senza problemi di salute ma con un grande spirito di solidarietà verso tutti.
    Ma l’ASL ha fatto le mesesime analisi anche al Santuario? e se in caso le ha eseguite perchè non espone i risultati nei confronti dellacqua del Sig. IVO?
    Ma il sindaco dpo la sua bevuta come mai non si lamenta ma è cosi arzillo?

    • ORA VENDONO BOCCETTINE DI ACQUA SU EBAY E FANNO CREDERE CHE SIA QUELLA DELLA FONTE DEL PIGNATTI….
      E I “POLLI” LA COMPRANO A 10 EURO IL BOCCETTINO (100 ML)…

      BRAVI FENOMENI!

  13. Dite quello che volete ma cercate di conoscere le cose prima di parlare.
    C’è sempre una spiegazione, per tutte le cose, ma non sempre essa è chiara e tangibile, anzi molto spesso è difficile persino immaginarne il senso.
    Io ho conosciuto persone che realmente hanno ottenuto benefici straordinari da questa acqua, poi per quanto riguarda il bentazone o i cancerogeni… bè, leggetevi le linee guida della IARC, basta potenzialmente una molecola di cancerogeno per permettere la degenerazione tumorale, quindi ad ogni respiro siamo purtroppo tutti a rischio.
    Io non ho la presunzione di dire che sia un’acqua miracolosa o che al contrario sia tutto una bufala, so che molta gente è stata bene ed altra è guarita da malattie gravissime, quindi sono felice per loro e tifo per Ivo Pignatti che, se avesse voluto, avrebbe potuto fare molti soldi con questa acqua, mentre permette a tutti di berla e di portarne via bidoni interi senza nemmeno pagare un centesimo.
    Quindi prima di parlare e criticare, lavatevi la bocca.. magari proprio con quest’acqua e chissà che torniate ad essere obiettivi.

  14. Il grande signor Ivo come lo avete chiamato ,così generoso e attento alla salute altrui, in realtà ha una condanna x maltrattamento di animali…. La carità cristiana si applica solo quando c’e un tornaconto economico, visto quello che incassa con le offerte ? Consiglio le persone bisognose e malate a cercare Dio dentro loro stessi e nn nell’acqua del sig Ivo Pignatti


Comments RSS TrackBack Identifier URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...