Fonte di Garlasco prossima alla chiusura, le docili locuste e il buon pastore – l’appello dei residenti: «lasciateci vivere»

Sono passati alcuni mesi dalla (ri)scoperta della fonte “miracolosa” di Garlasco ed altrettanto tempo è passato dalla dichiarazione di non potabilità dell’acqua emessa dalla ASL: l’acqua conteneva una quantità di bentazone – famigerato fitofarmaco vietato sin dalla fine degli anni ’80 per la sua tossicità – 3 volte superiore ai limiti consentiti.

La potenziale cancerogenicità della fonte, non ha però scoraggiato i “pellegrini” che hanno preferito continuare ad imbottigliare e consumare l’acqua inquinata della Prevosta.

Non soddistatto, l’usufruttuario del terreno (il proprietario, secondo quanto si legge dall’ordinanza del sindaco, sarebbe Gianluigi Supertino), Ivo Pignatti, ha richiesto, tramite un amico,  delle nuove analisi.

Continua a leggere

Annunci

Medicina alternativa, muore bimbo dopo interruzione terapia tradizionale: medico accusato di omicidio volontario

Un medico bolognese è stato accusato di omicidio volontario per la morte di un bambino di sei anni affetto da fibrosi cistica.

E’ la prima volta che un giudice porta alla sbarra un dottore per un reato così grave: generalmente l’imputazione è omicidio colposo.

Ma questa volta l’accusa sostiene che il medico sapeva che interrompere la terapia tradizionale e sostituirla con erbe medicinali come vuole la medicina ayurvedica, avrebbe portato alla morte il piccolo paziente.

Il medico bolognese nega: “Quando si sono rivolti a me – ha spiegato al giudice – i genitori del bimbo avevano già interrotto la terapia tradizionale perché il trattamento a base di cortisone e antibiotici, oltre a debilitare il bambino, non portava né miglioramenti né benefici”.

Continua a leggere

Psico-setta Arkeon, dieci persone rinviate a giudizio

Vito Carlo Moccia

Vito Carlo Moccia

Sono dieci le persone rinviate a giudizio dal gup di Bari, Marco Guida, coinvolte nell’inchiesta sul metodo Arkeon: una sorta di psicosetta diffusa in tutta Italia e che, in poco meno di dieci anni, ha raccolto migliaia di adepti in ogni parte della penisola.

Un anno fa furono iscritte nel registro degli indagati undici persone. Ora solo la posizione di una queste è stata stralciata.

Ai dieci rinviati a giudizio vengono contestati i reati di associazione per delinquere, truffa, esercizio abusivo della professione medica, violenza privata, maltrattamenti di minori e incapacità procurata da violenza.

Continua a leggere

Garlasco, responso finale della ASL: acqua potenzialmente cancerogena

Bentazone

Bentazone

Altro che acqua “miracolosa”.

La fonte di Ivo Pignatti contiene bentazone in quantità tre volte superiore ai limiti consentiti.

Questo il responso dell’ASL sull’acqua che da molti – probabilmente sotto gli effetti di un colpo di sole avuto durante le lunghe attese in macchina per raggiungere il pozzo – era stata già definita un “dono di Dio.”

Il bentazone è un fitofarmaco, vietato sin dal 1987 per la sua tossicità, utilizzato in agricoltura come diserbante nelle coltivazioni di riso e frumento, per cui potrebbe essere arrivato alle falde dalle risaie.

Continua a leggere

Garlasco, vietato bere acqua “miracolosa”

AGGIORNAMENTO DEL 10/8/2009: Garlasco, responso finale della ASL: acqua potenzialmente cancerogena

Doccia fredda per le migliaia di persone che si sono messe in viaggio verso il “pozzo dei miracoli”.

La ASL locale ha dichiarato non potabile l’acqua che sgorga dalla fonte di Ivo Pignatti che presenta livelli di ferro e manganese superiori alla media: quattro e sette volte rispetto allo standard.

«Devo appendere il cartello, ma mi ha detto il vicesindaco che si può continuare a bere,» sostiene Ivo, ma dalle pagine de “La Provincia Pavese” di oggi si apprende che le cose non stanno così.

Continua a leggere

Curavano la figlia con preghiere: genitori incriminati per omicidio colposo

Dale e Lilani Neumann

Dale e Leilani Neumann

Wisconsin – Non rimane che aspettare la sentenza ai genitori di Madeline Neumann, 11 anni, morta lo scorso 23 Marzo per un diabete non diagnosticato.

Dale e Leilani Neumann, padre e madre della bambina, sono stati entrambi  incriminati per omicidio colposo, avendo cercato di curare la figlia malata con delle preghiere anziché cercare aiuto medico qualificato.

Secondo i procuratori, avrebbero dovuto portarla in fretta all’ospedale perché non poteva più camminare, parlare e mangiare. Madeline, invece, è morta sul pavimento di casa circondata da persone che tentavano di curarla pregando. Continua a leggere

Garlasco, “elisir della guarigione” dal pozzo dei “miracoli”

santuario delle Bozzole

santuario delle Bozzole

AGGIORNAMENTO DEL 10/8/2009: Garlasco, responso finale della ASL: acqua potenzialmente cancerogena
AGGIORNAMENTO DEL 6/8/2009: Garlasco, vietato bere acqua “miracolosa

Un’acqua dalle presunte proprietà “miracolose” sgorgherebbe da 33 anni al campo Prevosta, dove c’è il pozzo di Ivo Pignatti, vigevanese e commerciante in tessuti.

Quasi del tutto ignorata per oltre tre decenni, la “sacra fonte” è stata portata sotto le luci della ribalta un mese fa dal quotidiano locale “la Provincia pavese“, che ha dato notizia della decisione di padre Gregorio Vitale, rettore del santuario delle Bozzole, di dare benedizione al pozzo di Pignatti.

Continua a leggere