Article 19 lancia campagna per il ‘NO’ sul voto per la diffamazione delle religioni al Consiglio dei Diritti Umani

Article 19

Article 19

L’organizzazione per la difesa della libertà di espressione e di informazione di Londra Article 19, ha iniziato una campagna per il ‘NO’ sul voto per la diffamazione delle religioni al prossimo Consiglio dei Diritti Umani che si terrà a Ginevra.

Da un comunicato apparso sul sito dell’associazione, si apprende che l’Organizzazione della Conferenza Islamica (OIC) è intenzionata a proporre una risoluzione per combattere la diffamazione delle religioni, anche se non ne è stato ancora reso pubblico il testo.

Secondo Article 19, l’eventuale approvazione della risoluzione rappresenterebbe un passo indietro per la libertà di espressione in quanto limiterebbe la libertà di parola e non permettere la critica di un qualsiasi credo religioso.

“Il concetto di diffamazione della religione è vago e non ha basi nella legge internazionale. Le leggi internazionali per i diritti umani proteggono i diritti degli individui, non le religioni, le ideologie o i sistemi di credo. Questa risoluzione mira a proteggere il credo anziché i credenti,” afferma il Dr. Sejal Parmar, legale di Article 19.

L’associazione auspica che le Nazioni Unite non rendano il concetto di “diffamazione della religione” uno standard internazionale.

Annunci

Lascia un commento

Non c'è ancora nessun commento.

Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...