Lombardia: Sesso per “guarigioni”, chiusa inchiesta su psico-setta

Giovanni Polizzi

Giovanni Polizzi

Il pm di Milano Giovanni Polizzi ha chiuso l’indagine a carico di Antonio Morello, “maestro” 67enne dell’associazione barese “The sacred path”, accusato di aver violentato due donne convincendole a sottoporsi alla sua personale “terapia” come unico modo per superare i disturbi derivati da inesistenti molestie sessuali subite da bambine.

L’inchiesta è frutto dello stralcio della posizione di uno degli undici membri della psico-setta, indagati a Bari, dove l’associazione era basata. Il filone barese, in fase di udienza preliminare, ipotizza i reati di associazione per delinquere finalizzata alla truffa, esercizio abusivo delle professioni di psicologo e medico, violenza privata e maltrattamenti ai danni di minore.

Continua a leggere

Pedofilia: Arkansas, pastore evangelico “Papa Tony” dichiarato colpevole per tutti i capi d’accusa

Tony Alamo

Tony Alamo

TEXARKANA – Lo scorso Venerdì, Tony Alamo – un tempo predicatore di strada che aveva costruito un ministero multimilionario ed era divenuto fornitore di abbigliamento delle star – è stato dichiarato colpevole di aver trasportato bambine a partire dai 9 anni di età attraverso le linee statali per motivi sessuali.

Papa Tony” – così era chiamato all’interno della setta – è rimasto in silenzio mentre il verdetto veniva pronunciato, in contrasto con il suo borbottare occasionalmente durante le altre udienze.
Continua a leggere

Irlanda: premier, chiesa cattolica responsabile morale di abusi

il premier Brian Cowen

il premier Brian Cowen

Dublino – Le istituzioni cattoliche irlandesi hanno la ”responsabilita’ morale” degli abusi avvenuti all’interno di scuole e istituti per ragazzi e devono pagare i danni alle vittime.

Lo ha detto il primo ministro irlandese, Brian Cowen, nel corso di un incontro con i vertici dei 18 ordini cattolici coinvolti negli scandali.

”Voglio dirvi direttamente che il governo chiede ulteriori e sostanziali contributi per riparare i danni provocati”, ha detto il premier, parlando della ”vergogna e dell’orrore” provati dall’opinione pubblica irlandese nel leggere i risultati di un’inchiesta ufficiale del governo sugli abusi.
Continua a leggere

Violenza sessuale su minore. Padre Paolo Turturro condannato a sei anni e mezzo

Paolo Turturro

Paolo Turturro

Padre Paolo Turturro, l’ex parroco della chiesa Santa Lucia di Palermo, e’ stato condannato a sei anni e mezzo di reclusione con l’accusa di violenza sessuale su minore. Concesse le attenuanti generiche.

La sentenza e’ stata emessa questa sera dopo circa sette ore e mezza di camera di consiglio dal presidente della seconda Sezione penale Fabrizo La Cascia, giudici a latere Cristina Russo e Tanja Hmeliak.

Inoltre, il giudice ha condannato padre Turturro al pagamento di 50mila euro concesso alla parte civile. Il pm Alessia Sinatra aveva chiesto la condanna a 9 anni di carcere.

Continua a leggere

Benedetto XVI: polemiche in Polonia per lodi a vescovo che abusò seminaristi

Juliusz Paetz

Juliusz Paetz

ROMA – ”Alla guida del tuo gregge, hai dato testimonianza della fede nella resurrezione di Cristo che scaccia ogni paura”. Lo scrive papa Ratzinger in un telegramma per il 50.esimo anniversario dell’ordinazione a prete di mons. Juliusz Paetz, ex-arcivescovo di Poznan costretto a dimettersi nel 2002 da papa Giovanni Paolo II dopo una serie di denunce da parte di seminaristi che erano stati molestati sessualmente dal prelato.

Il messaggio di auguri del pontefice, che loda mons. Paetz per il suo ”fruttuoso servizio” e ”salvifico lavoro per il bene della Chiesa”, ha suscitato molte polemiche in Polonia.

Il quotidiano Gazeta Wyborcza ha parlato del ”disgusto di molte persone” per il telegramma mentre per Polska e’ ”sorprendente” che papa Ratzinger professi ”grande rispetto” per Paetz alla luce delle sue ”dure prese di posizione nei confronti del clero che viola il celibato”.

Continua a leggere

Palermo: pedofilia, chiesti 9 anni per don Paolo Turturro, prete antimafia accusato di abusi sessuali su due ragazzini

Paolo Turturro

Paolo Turturro

AGGIORNAMENTO: Paolo Turturro condannato a sei anni e mezzo

Dopo un lungo processo venerdì il pubblico ministero Paola Sinatra ha chiesto una condanna a 9 anni di prigione per l’ex parroco della chiesa Santa Lucia, nel quartiere Borgo Vecchio di Palermo, Don Paolo Turturro, noto per le sue battaglie antimafia,  che risponde di due episodi di abusi sessuali ai danni di due ragazzi, oggi maggiorenni, ma che all’epoca dei fatti avevano 9 e 10 anni.

Al prete, a seguito dell’inchiesta, a settembre del 2003, venne notificato il divieto di dimora a Palermo e provincia. Don Turturro, lontano parente dell’attore italoamericano John Turturro, fu trasferito nel messinese. Nel dicembre del 2006, dopo la revoca del provvedimento del gip, è tornato a Palermo e gli è stato affidato l’incarico di cappellano dell’ospedale.

Continua a leggere

ESCLUSIVO: Il professor Mark Waterinckx conferma le accuse contro Padre Jozo, abusi sessuali su ragazze in pellegrinaggio a Medjugorje

Mark Winterinkcx

Mark Waterinckx

AGGIORNAMENTO 11/09/2009: INCHIESTA ESCLUSIVA: «Nessuno dei veggenti di Medjugorje si è mai arricchito grazie alle apparizioni.» Ecco le prove del contrario.

AGGIORNAMENTO: Padre Jozo in totale isolamento come Tomislav Vlasic

Dopo aver letto il commento all’articolo sui motivi della sospensione di Padre Jozo, ci siamo attivati per ottenere dal diretto interessato, il professor Mark Waterinckx, il racconto di ciò che aveva personalmente riscontrato in merito alla vicenda degli abusi sessuali perpetrati da Padre Jozo Zovko su alcune pellegrine.

Quello che di seguito viene pubblicato, è il testo originale ed inalterato (esclusivamente tradotto in italiano, n.d.r) ricevuto dalla redazione de l’abAteo Impertinente direttamente dal professore belga.

Continua a leggere

Bimba violentata dal parroco. “Vieni con me, ho le caramelle” – Il sacerdote resta libero, la famiglia costretta a emigrare

Ha abusato di una bimba di soli 7 anni, l’ha attirata nel suo ufficio con la promessa delle caramelle e l’ha violentata.
Ma ora, a distanza di quasi due anni da quel drammatico pomeriggio, l’aguzzino, un sacerdote 75enne, è ancora libero. La triste vicenda, infatti, è arrivata nelle aule del Tribunale milanese, ma per il prete non è scattata alcuna misura di custodia cautelare.

IL RACCONTO – A prendere la parola davanti ai giudici ieri è stato il padre della piccola vittima. È stato lui, un agente immobiliare, a ricostruire passo dopo passo quegli abusi, avvenuti nell’ufficio dell’oratorio.
Un racconto durato più di due ore, carico di tensione e di rabbia.

Continua a leggere

USA, ex-arcivescovo Cattolico ammette di aver protetto preti pedofili e confessa omosessualità in memoriale

Copertina del libro

Copertina del libro

Un Arcivescovo Cattolico che si è dimesso dalla sua carica nel 2002 a causa di uno scandalo sessuale e finanziario in cui era coinvolto un uomo, racconta la sua lotta con l’essere gay in un memoriale sulle decadi passate nel servire la chiesa.

L’Arcivescovo Rembert Weakland, ex responsabile dell’arcidiocesi di Milwaukee, ha raccontato durante un’intervista di aver scritto sul suo orientamento sessuale perché voleva essere sincero su “come è nato, come l’ho soppresso, come è nuovamente risorto.” Il libro, dal titolo “Pellegrino in una Chiesa Pellegrina: Memorie di un Arcivescovo Cattolico,” verrà lanciato sul mercato a Giugno ed è descritto dal suo editore come un auto-esame da parte di Weakland sulla sua “crescita psicologica, spirituale e sessuale”.

Il Vaticano dice che uomini con “radicate” attrazioni per altri uomini non devono essere ordinati.

Weakland si è dimesso subito dopo che Paul Marcoux, un ex studente di teologia nella Marquette University, ha rivelato nel Maggio 2002 di essere stato pagato 450000 dollari per mettere a tacere l’accusa di violenza sessuale che aveva rivolto all’arcivescovo due decadi prima. La somma fu pagata dall’arcidiocesi.

Continua a leggere

Prete tenta di violentare una ragazza sul bus

Cosenza – Ha tentato di abusare di una studentessa universitaria su un autobus di linea, ma è stato identificato e denunciato: per un sacerdote della Diocesi di Rossano, adesso, la Procura di Cosenza ha emesso l’avviso di conclusione delle indagini per tentata violenza sessuale.

L’episodio risale ai primi di marzo. Il prete, come scrive oggi la Gazzetta del Sud, in abiti civili, è salito su un autobus in servizio tra Cosenza e Rende, si è avvicinato ad una studentessa e dopo averla immobilizzata ad un finestrino si è abbassato i pantaloni cercando di compiere un atto sessuale.

La ragazza è riuscita a divincolarsi – mentre il sacerdote, approfittando della confusione, è riuscito ad allontanarsi. Grazie al racconto della giovane e ad alcune testimonianze, i carabinieri sono risaliti all’identità dell’uomo che è risultato essere un sacerdote.

Continua a leggere