Pedofilia. Processo a ex sacerdote. Madre del ragazzo difende imputato

Prima udienza a porte chiuse ieri al tribunale di Rimini del processo all’ex sacerdote 38 enne cileno accusato di violenza sessuale aggravata nei confronti di un ragazzino riminese di 14 anni, figlio di una coppia che aveva conosciuto durante un pellegrinaggio a Medjugorie.

In aula la difesa ha chiamato a testimoniare la madre e la sorella del ragazzo, oggi maggiorenne. La madre non ha smentito il legame di stima e affetto nei confronti del religioso e ha escluso che l’uomo possa aver avuto interessi morbosi per il figlio. Secondo lei e la sorella, le accuse al religioso sono state innescate di proposito dal ragazzo, arrabbiato per la troppa confidenza tra il sacerdote e la madre.
L’imputato, sospeso a divinis dal suo ordine già prima del fatto incriminato, ha sempre respinto ogni accusa.
La prossima discussione sarà il 27 aprile.

Da Newsrimini

USA: crescono del 16% i casi di abusi sessuali per la Chiesa Cattolica

James Tully, prete pedofilo nascosto in Italia

James Tully, prete pedofilo nascosto in Italia

Un nuovo rapporto, commissionato dalla Conferenza dei Vescovi Cattolici degli Stati Uniti, sostiene che lo scorso anno, il numero di accuse per abusi sessuali subiti da sacerdoti Cattolici è aumentato del 16%.

Lo studio ha coinvolto circa 200 diocesi e ordini religiosi degli USA, e ha mostrato che 803 nuove denunce sono state presentate l’anno passato, contro le 692 del 2007.

Due terzi delle vittime erano di sesso maschile, mentre più della metà era al di sotto dei 18 anni quando è stato perpetrato l’abuso e uno su cinque era al di sotto dei 10 anni.

Continua a leggere

Sacerdote condannato per pedofilia, le motivazioni della sentenza

Nulla vidi!

Nulla vidi, nulla sentii, nulla dissi!

Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, Francesco Chiaromonte, ha emesso le motivazioni della sentenza, con la quale lo scorso mese di novembre ha condannato a 6 anni ed 8 mesi don Marco Cerullo, il sacerdote 35enne di Villa Literno arrestato nel dicembre del 2007 con l’accusa di aver compiuto abusi sessuali ai danni di un ragazzino di 12 anni.

Il Gip ha anche disposto anche una provvisionale di 50mila euro, immediatamente esecutiva a carico del sacerdote. Cerullo, all’epoca dei fatti era il vice parroco della chiesa del Santissimo Salvatore a Casal di Principe, e secondo gli inquirenti fu sorpreso dai carabinieri in flagranza di reato mentre abusava del ragazzino, di cui era insegnante di religione. Un fatto grave in merito al quale la Diocesi di Aversa non ha mai preso una posizione ufficiale, nemmeno dopo la condanna.

Continua a leggere

Pedofilia tra i preti padovani

ABANO. Sante Sguotti nel suo prossimo libro che dovrebbe uscire tra qualche mese parlerà del dopo Monterosso, della sua vita di coppia con l’ex parrocchiana Tamara Vecil, del suo ruolo di papà e soprattutto della pedofilia tra i preti della diocesi di Padova. Un argomento piuttosto scabroso che l’ex sacerdote originario di Bagnoli di Sopra svilupperà con l’ausilio di alcune testimonianze. Il volume sarà pubblicato dalla casa editrice Mondadori di Milano come del resto «Il mio amore non è peccato», scritto dall’ex parroco nell’autunno scorso, nel periodo caldo delle rivelazioni del suo amore per Tamara.

«Il testo del libro l’ho già ben chiaro in testa, rivela l’ex prete che sabato è stato ospite di radio Genius. Devo solo trovare il tempo necessario per scriverlo. Mi servono alcuni giorni spero di riuscire a trovarli presto. Stavolta tratterò un argomento piuttosto scabroso che mi sta particolarmente a cuore come quello dei preti pedofili. Ho deciso di farlo anche alla luce delle recenti rivelazioni fatte dal Santo Padre che ha esortato i Vescovi a denunciare i casi di pedofilia nel clero anche alla giustizia civile. Nonostante questo invito Stato e Chiesa continuano a mettere a tacere gli scandali di cui vedono protagonisti i sacerdoti. Nel libro ospiterò delle testimonianze di persone che anche nella nostra Diocesi hanno vissuto questi drammi».

Leggi l’intero articolo…

Pedofilia: arresto sacerdote Rimini

RIMINI, 17 OTT – Un sacerdote cileno di 35 anni e’ stato arrestato dalla Polizia per violenza sessuale su un ragazzo riminese di 13 anni. L’ arresto e’ avvenuto martedi’ a Rimini, per episodi che risalgono al periodo maggio 2006-gennaio 2007, quando l’ uomo faceva l’ accompagnatore in pellegrinaggi verso luoghi di culto come Lourdes e Medjugorie. E proprio in occasione di un viaggio a Medjugorie, il cileno avrebbe conosciuto il ragazzo che poi divento’ la sua vittima. L’ uomo nega.

Fonte: ANSA

Emilia Romagna, riti esoterici in tonaca per abusare di un 13enne

RIMINI: La chiesa lo aveva sospeso a divinis, ma lui continuava a comportarsi apparentemente come se nulla fosse. E grazie a questo ruolo avrebbe abusato sessualmente di un ragazzino di 13 anni. Abusi pesanti e ripetuti lungo un anno intero, forse consumati anche con la scusa di cacciare spiriti maligni. Lunedì questo ‘religioso’ sudamericano trentacinquenne è stato arrestato dagli investigatori della squadra mobile di Rimini nella casa del forese dove viveva.

La brutta esperienza per il ragazzino del Riminese vittima del pedofilo era iniziata nel maggio del 2006 quando con la sua famiglia era andato a fare un pellegrinaggio a Medjugorje. Era uno dei soliti viaggi di fede al santuario della Madonna che il sacerdote straniero frequentava come guida. In quell’occasione la ‘tonaca’ e la famiglia del ragazzino, dove tutti i componenti erano molto devoti, familiarizzarono parecchio. E una volta tornati a casa lui divenne una sorta di guida spirituale, tanto è vero che andava spesso a trovarli. Gli era capitato più di una volta di trovarsi solo a casa con il ragazzino e, secondo le indagini degli agenti della mobile, piano piano sarebbe riuscito a conquistare la fiducia del tredicenne.

Leggi l’intero articolo…

Accuse a un altro prete: «Molestava mio figlio»

Istituto Bearzi

Istituto Bearzi

UDINE: Una mamma friulana si è presentata dai carabinieri per segnalare presunte attenzioni a sfondo sessuale cui sarebbe stato sottoposto suo figlio mentre si trovava all’istituto salesiano Bearzi. Il religioso cui ha fatto riferimento questa madre non è lo stesso coinvolto nell’inchiesta partita in marzo e sfociata, i primi di settembre, nella perquisizione di un sacerdote sessantenne attualmente in servizio nella struttura.

Si tratterebbe, invece, di un altro prete che, negli anni scorsi, ha lavorato anche in via Don Bosco. Il ragazzo – nel periodo in cui sarebbero avvenuti i fatti denunciati da sua madre – aveva 11-12 anni e gli anni scolastici su cui ora si indaga sono quelli compresi tra il -2005 e il 2007. Le dichiarazioni della donna giungono dopo quelle di un ventisettenne che, in primavera, aveva fornito agli investigatori elementi che, al termine di una prima fase di indagine, hanno indotto la Procura della Repubblica a disporre una perquisizione al Bearzi.

Leggi l’intero articolo…

Indagato per pedofilia il parroco di Castelbello

don Hansjoerg Rigger

don Hansjoerg Rigger

E’ indagato dalla procura di Bolzano con l’ipotesi di detenzione di materiale pedopornografico il parroco di Castelbello in val Venosta, Peter Gschnitzer, 56 anni. Sul computer e nell’appartamento del sacerdote sono state trovate numerose foto inequivocabili .
Il caso è stato scoperto da un tecnico informatico. A fine settembre, il prete aveva portato il suo pc in laboratorio per farlo riparare. Sul disco fisso il tecnico avrebbe trovato vari file con immagini pedopornografiche ed ha subito informato le forze dell’ordine.

E’ seguita una perquisizione nell’appartamento del parroco, e sarebbero stati trovati una decina di album fotografici sempre con lo stesso tipo di immagini. L’inchiesta dovrà ora stabilire se queste foto sono state oggetto di scambi.

Leggi l’intero articolo…

Australia, 15 anni a prete pedofilo Cattolico

padre Paul Evans

padre Paul Raymond Evans

ENGADINE: Un sacerdote di 57 anni è stato dovrà scontare 15 anni di prigione per 18 abusi sessuali su 7 ragazzini.

Le violenze – che comprendono 9 rapporti omosessuali con un insegnante, 7 atti di libidine violenta e 2 atti oscenti – sono avvenute tra il 1977 e il 1988, quando padre Paul Raymond Evans era insegnante e responsabile del dormitorio al “Boys’ Town” di Engadine.

Leggendo la sentenza, il giudice Robert Hulme ha affermato che gli abusi avvenuti nel dormitorio scolastico e durante le gite sono una grave violazione della fiducia, in quanto il sacerdote ha sfruttato l’affetto mostratogli dagli studenti, che sono tutt’ora perseguitati dai ricordi dei traumi che ha causato loro.

Leggi l’intero articolo…

Gran Bretagna, prete Cattolico arrestato per pedofilia

padre William Green

padre William Green

MANCHESTER: Un sacerdote di 67 anni, che ha sistematicamente abusato un gruppo di ragazzi nel periodo in cui insegnava nella più importante scuola Cattolica di Manchester, dovrà scontare 6 anni di carcere.

Padre William Green, è stato dichiarato colpevole di 27 abusi sessuali commessi su 7 ragazzi di età compresa fra gli 8 e i 15 anni.

Quasi tutti i fatti, risalenti a più di 20 anni fa, sono avvenuti nella scuola St Bede di Alexandra Park quando il sacerdote era insegnante e direttore dell’educazione religiosa, tranne il caso relativo al più giovane dei ragazzi, che sarebbe avvenuto in un altro istituto in cui il prete era impiegato precedentemente.

Leggi l’intero articolo…