Allarme influenza A dopo San Gennaro non si bacia San Matteo

Duomo di Salerno

Duomo di Salerno

Si ferma l’allarme ricoveri a Napoli, parte invece in quarta il lavoro dell’unità di crisi della Regione Campania contro la pandemia. Su tutti i fronti, a cominciare dalle scuole e dalla pediatria.

Intanto i riflettori restano puntati sul “caso” bacio proibito, a dieci giorni dalla festa di San Gennaro, il divieto di posare le labbra sull’ampolla del patrono e l’ufficialità della decisione che dipende dal cardinale Crescenzio Sepe.

Continua a leggere

Influenza A, niente baci dei fedeli a San Gennaro

La teca con il sangue di san Gennaro rimarrà senza il bacio dei suoi fedeli. Il prossimo 19 settembre, infatti, chi affollerà il duomo di Napoli in occasione della festività del santo patrono, non potrà manifestare così la sua fede verso il veneratissimo santo.

La causa? L’influenza suina, o meglio, il pericolo di contagio. Una misura che arriva anche a seguito della prima morte italiana, presso l’ospedale Cotugno, causata proprio dal nuovo virus.

Continua a leggere