Garlasco, responso finale della ASL: acqua potenzialmente cancerogena

Bentazone

Bentazone

Altro che acqua “miracolosa”.

La fonte di Ivo Pignatti contiene bentazone in quantità tre volte superiore ai limiti consentiti.

Questo il responso dell’ASL sull’acqua che da molti – probabilmente sotto gli effetti di un colpo di sole avuto durante le lunghe attese in macchina per raggiungere il pozzo – era stata già definita un “dono di Dio.”

Il bentazone è un fitofarmaco, vietato sin dal 1987 per la sua tossicità, utilizzato in agricoltura come diserbante nelle coltivazioni di riso e frumento, per cui potrebbe essere arrivato alle falde dalle risaie.

Continua a leggere

Garlasco, vietato bere acqua “miracolosa”

AGGIORNAMENTO DEL 10/8/2009: Garlasco, responso finale della ASL: acqua potenzialmente cancerogena

Doccia fredda per le migliaia di persone che si sono messe in viaggio verso il “pozzo dei miracoli”.

La ASL locale ha dichiarato non potabile l’acqua che sgorga dalla fonte di Ivo Pignatti che presenta livelli di ferro e manganese superiori alla media: quattro e sette volte rispetto allo standard.

«Devo appendere il cartello, ma mi ha detto il vicesindaco che si può continuare a bere,» sostiene Ivo, ma dalle pagine de “La Provincia Pavese” di oggi si apprende che le cose non stanno così.

Continua a leggere

Curavano la figlia con preghiere: genitori incriminati per omicidio colposo

Dale e Lilani Neumann

Dale e Leilani Neumann

Wisconsin – Non rimane che aspettare la sentenza ai genitori di Madeline Neumann, 11 anni, morta lo scorso 23 Marzo per un diabete non diagnosticato.

Dale e Leilani Neumann, padre e madre della bambina, sono stati entrambi  incriminati per omicidio colposo, avendo cercato di curare la figlia malata con delle preghiere anziché cercare aiuto medico qualificato.

Secondo i procuratori, avrebbero dovuto portarla in fretta all’ospedale perché non poteva più camminare, parlare e mangiare. Madeline, invece, è morta sul pavimento di casa circondata da persone che tentavano di curarla pregando. Continua a leggere

Irlanda, paese in preda al panico dopo la caduta di un albero: avrebbe liberato uno “spirito maligno”

Lalbero maledetto

L'albero "maledetto"

Un albero caduto ha scatenato il panico in un paesino irlandese, riportando alla luce una leggenda secolare.
Gli abitanti di Finnis, vicino Dromara, temono che una recente tempesta, che ha abbattuto l’albero “stregato”, abbia liberato uno “spirito maligno”.

La leggenda vuole che più di 100 anni fa, uno “spirito malvagio” infestasse il ponte di Dree Hill Road, nel centro di Finnis. Un sacerdote locale avrebbe esorcizzato lo spettro, catturandolo in una bottiglia posta nel vicino albero di sicomoro.

La scorsa settimana, alla scoperta “dell’inspiegabile” caduta dell’albero nella quale la bottiglia è andata distrutta, gli abitanti del villaggio sono stati colti dal terrore.

Continua a leggere

[ESCLUSIVO] Le cronache di Vlasic: il direttore spirituale, la suora e la scomunica

Tomislav Vlasic

Tomislav Vlasic

AGGIORNAMENTO 11/09/2009: INCHIESTA ESCLUSIVA: «Nessuno dei veggenti di Medjugorje si è mai arricchito grazie alle apparizioni.» Ecco le prove del contrario.

Era pronta la scomunica di Benedetto XVI, per questo Tomislav Vlasic, direttore spirituale dei “veggenti” e della parrocchia di Medjugorje nel periodo di carcerazione di Padre Jozo Zovko, ha scelto la via delle dimissioni volontarie.

La Suora

Le controverse vicende legate all’ex francescano hanno inizio nel 1976, quando mise incinta una suora croata, Suor Rufina, al secolo Manda Kozul, che viveva a Zagabria in una comunità religiosa “mista” in cui all’epoca dimorava anche Vlasic.

Per evitare lo scandalo, la suora si trasferì in Germania verso la fine dello stesso anno, dove trovò rifugio come donna delle pulizie a casa di Herr Ott, un anziano Bavarese molto amico dei Francescani.

Continua a leggere

Garlasco, “elisir della guarigione” dal pozzo dei “miracoli”

santuario delle Bozzole

santuario delle Bozzole

AGGIORNAMENTO DEL 10/8/2009: Garlasco, responso finale della ASL: acqua potenzialmente cancerogena
AGGIORNAMENTO DEL 6/8/2009: Garlasco, vietato bere acqua “miracolosa

Un’acqua dalle presunte proprietà “miracolose” sgorgherebbe da 33 anni al campo Prevosta, dove c’è il pozzo di Ivo Pignatti, vigevanese e commerciante in tessuti.

Quasi del tutto ignorata per oltre tre decenni, la “sacra fonte” è stata portata sotto le luci della ribalta un mese fa dal quotidiano locale “la Provincia pavese“, che ha dato notizia della decisione di padre Gregorio Vitale, rettore del santuario delle Bozzole, di dare benedizione al pozzo di Pignatti.

Continua a leggere

Lombardia: Sesso per “guarigioni”, chiusa inchiesta su psico-setta

Giovanni Polizzi

Giovanni Polizzi

Il pm di Milano Giovanni Polizzi ha chiuso l’indagine a carico di Antonio Morello, “maestro” 67enne dell’associazione barese “The sacred path”, accusato di aver violentato due donne convincendole a sottoporsi alla sua personale “terapia” come unico modo per superare i disturbi derivati da inesistenti molestie sessuali subite da bambine.

L’inchiesta è frutto dello stralcio della posizione di uno degli undici membri della psico-setta, indagati a Bari, dove l’associazione era basata. Il filone barese, in fase di udienza preliminare, ipotizza i reati di associazione per delinquere finalizzata alla truffa, esercizio abusivo delle professioni di psicologo e medico, violenza privata e maltrattamenti ai danni di minore.

Continua a leggere

Scientology, fuga di John Travolta dopo morte del figlio

Jett e John Travolta

Jett e John Travolta

Jett Travolta, figlio di John, se ne è andato il due di gennaio scorso. Dicono così gli adepti di Scientology per i quali la morte è soltanto la decisione di abbandonare la terra.

Infatti Ron Hubbard, il fondatore del movimento, del culto, della setta, scegliete voi il sostantivo adeguato (per americani e australiani trattasi di religione vera), quando finì di vivere fece sapere di avere scelto di andare altrove lasciando a David Miscavige la scrivania e la cassa, molto capiente.

Continua a leggere

India, bambini sepolti nel fango fino al collo per curare handicap: il governo bandisce il rito

Bambini sepolti

Bambini sepolti nel fango

Gulbarga – Mentre il mondo testimoniava la più lunga eclissi del secolo, alcuni genitori si sono recati nel sobborgo Saath Gumbaz di Mominpur, nei pressi di Gulbarga, trascinandoci i loro figli disabili per seppellirli nel fango fino al collo.

Credono il “santo fango” curerà gli handicap fisici e mentali dei loro bambini.

Il Karnataka del nord ha tradizioni uniche come gettare i bambini dai tetti dei tempi e metterli di fronte alle ruote di carri in corsa.

Prima dell’alba, gli uomini hanno iniziato a scavare le buche in sui sono stati posti in seguito i bambini, almeno 60 ed alcuni di appena un anno di età.

Continua a leggere

Setta Cristiana fa morire bambina tentando di guarirla con preghiere, condannato il padre

Ava Worthington

Ava Worthington

Una giuria ha dichiarato Carl Worthington colpevole di maltrattamento criminale per la morte di sua figlia di 15 mesi, primo arresto utilizzando una legge del 1999 approvata per proteggere i bambini dei genitori che credono di poter curare le malattie esclusivamente con le preghiere.

Carl e Raylene Worthington sono stati assolti da tutte le altre accuse.

Carl Worthington, 29 anni, e Raylene Worthington, 26 anni, erano stati accusati entrambi di omicidio di secondo grado e maltrattamento criminale.

Continua a leggere