Uganda, allarme superstizione: troppe adesioni alla stregoneria

Fred Mwesigwa

Fred Mwesigwa

A lanciare l’allarme è il reverendo Fred Mwesigwa, direttore della preparazione degli insegnanti all’Uganda Christian University, istituto Anglicano, preoccupato per il tasso di adesione alla stregoneria della popolazione ugandese.

«C’è da chiedersi quanto siamo effettivamente impegnati per le religioni principali come Cristianesimo e Islam, rispetto alle tradizionali pratiche religiose,» afferma Mwesigwa.

Sotto i riflettori, il modo in cui è stata gestita dal Commissario Distrettuale Residente della divisione di Nakawa, Fredrick Bamwine, la recente ondata di morti misteriose occorsa a Kulambiro.

Le tv locali avrebbero trasmesso, infatti, le incredibili immagini della delegazione guidata da Bamwine, secondo Mwesigwa «probabilmente composta da alti sacerdoti della religione tradizionale», e capeggiata da Sylvia Nantongo, alias Maama Fina, che si recava a Kulambiro per “risolvere” il problema delle misteriose morti che affligge i residenti.

Maama Fina

Maama Fina

«Non so con certezza cosa avesse in mente Bamwine, ma è certo che Maama Fina abbia annunciato di aver scoperto il problema dopo aver “analizzato” due cadaveri e dichiarato il coprifuoco per tre notti,» continua Mwesigwa.

«Maama Fina ha sostenuto che un cittadino sconosciuto, dopo aver “acquistato” dei majini (spiriti malvagi, ndr.), non sia riuscito ad imbrigliarli e questi si siano ribellati, uccidendo i residenti.»

Alla tv locale un giornalista ha intervistato alcuni cittadini, i quali hanno affermato che le vittime erano «noti alcolizzati» e che potrebbero essere rimasti avvelenati mangiando waragi grezzo (una bevanda alcolica locale, ndr.).

Sempre nella stessa trasmissione, un medico locale ha detto che il waragi è la causa più probabile delle morti misteriose, spiegando che il waragi contaminato può trasformare l’etanolo in metanolo, con conseguenze mortali.

«Il Commissario – si domanda il reverendo Fred Mwesigwa – ha forse preferito l’esperienza di Maama Fina a quella medica? E’ preoccupante che il denaro pubblico possa essere stato speso per pagare il viaggio e la “consulenza professionale” di Maama Fina senza che i cittadini sappiano ufficialmente se faccia parte degli esperti accreditati per il finanziamento pubblico».

Sylvia Nantongo è da molti considerata “capo delle streghe” e satanista. Qualche anno fa, i pastori Cemba Mangeni (Victorious Life Church) e Samuel Lwandasa (Mountain Lebanon Church) denunciarono, seppur con qualche bizzarria, le strane pratiche di Maama Fina.

Lei e i suoi adepti avrebbero disseminato la foresta di Mabira di feticci connessi con la pratica della stregoneria. «Maama Fina e i suoi devoti adoratori del diavolo che hanno seminato la stregoneria nella foresta di Mabira dovrebbero essere arrestati dalla polizia e accusati di aver “piantato feticci pericolosi per la vita dei residenti”,» dichiararono i due pastori.

Fonte: Daily Monitor, The New Vision

Advertisements

Lascia un commento

Non c'è ancora nessun commento.

Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...