Dahn Yoga: denuncia per manipolazione piscologica, frode e molestie sessuali da 27 ex membri

Ilchi Lee

Ilchi Lee

Negli Stati Uniti è stato inferto un altro duro colpo alle pratiche di importazione orientale. Attiva in più di 130 centri Americani, l’organizzazione “Dahn Yoga” è stata denunciata da 27 ex membri con le accuse di “manipolazione piscologica”, frode e molestie sessuali.

Secondo gli esperti, l’organizzazione rientra perfettamente nella definizione di “culto”, aggiungendo che le accuse mosse nelle 57 pagine della denuncia non sono nuove.

Steve Hassan, esperto di culti con più di 30 anni di esperienza, ha affermato che «Dahn Yoga è un culto distruttivo, ingannevole e manipolatore delle menti che ha generato una lunga serie di problemi psicologici.»

Nella querela, gli ex membri del culto sostengono di essere stati «costretti a riconoscere assoluta devozione al leader, Ilchi Lee, e alla sua “Visione”, ossia richiedere ai membri di convogliare tutti i loro averi al Dahn Yoga e distaccarsi completamente dalla loro precedente vita, compresi parenti, amici e qualsiasi interesse personale al di fuori del Dahn.»

«Nuovi iscritti,» si legge nella denuncia, «vengono reclutati attraverso l’adescamento effettuato da coloro che sono già membri, operazione svolta nei club “Body and Brain” di Dahn Yoga presenti nei campus universitari e con dei volantini pubblicitari affissi nei campus, nei negozi vicini e angoli delle strade.»

Monica, ex iscritta di Dahn Yoga e studente nell’Università del Nuovo Messico, è stata reclutata al campus.

«Lo pubblicizzano come un aiuto per liberarsi dello stress accumulato a scuola,» racconta la ragazza che, invece di trovare relax, ha descritto bizzarri rituali e intimi massaggi di gruppo.

«C’erano persone che piangevano, altre che colpivano il pavimento con i pugni. Sfruttano le persone nel loro dolore,» continua Monica.

Quella che farà sicuramente più discutere è la testimonianza di una ex seguace del culto Dahn Yoga pubblicata in un articolo su Forbes, famosa rivista statunitense di economia e finanza.

Amy Shipley, nel 2006 si stava laureando all’Università dell’Illinois a Chicago e, per pagarsi gli studi, lavorava di sera come cameriera.

Due anni dopo, Shipley racconta di essere diventata un «relitto di treno dagli occhi vitrei» che aveva difficoltà di lettura e di aver sofferto di stress post-traumatico.

Si è diplomata con 32000 dollari di debiti, nessuno dei quali spesi per gli studi: si era iscritta al Dahn Yoga che, in 15 mesi e dozzine di sedute, aveva indottrinato Amy al culto.

La ragazza, che ora ha 25 anni, è una dei 27 ex-membri che hanno sporto denuncia contro Dahn Yoga.

«Le pratiche punitive, comprendevano l’isolamento forzato da amici e famiglia, esercizi come inchinarsi 3000 volte senza pause per tutta la notte, disciplinare i seguaci mettendo la loro testa nei water e costringerli a leccare i piedi di altri membri.»

In cima alle accuse, spicca nella denuncia l’addebito verso Ilchi Lee, il 57enne Koreano fondatore e leader spirituale del culto, per molestie sessuali perpetrate su giovani ragazze.

Fonti: ABC15, Forbes

Advertisements

Lascia un commento

Non c'è ancora nessun commento.

Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...