Arrestata la mamma che rifiutava la chemioterapia al figlio per motivi religiosi

Daniel Hauser

Daniel Hauser

MINNESOTA – E’ stato emesso un mandato di arresto nei confronti della mamma di Daniel Hauster, il ragazzino di 13 anni del Minnesota che rifiuta d’essere sottoposto a chemioterapia per motivi religiosi. All’udienza di giovedì scorso la donna non si era presentata, portando via anche il figlio. L’unico in aula era Anthony Hauser, padre del tredicenne, che ha detto di non sapere dove fossero i due.

Daniel Hauster ha scoperto a gennaio d’avere il morbo di Hodgkins, una rara forma tumorale. Dopo il primo ciclo di chemioterapia il ragazzo non si è più presentato in ospedale: i genitori hanno infatti deciso per questioni religiose di curare il ragazzo a casa con erbe ed infusi, sostenuti dalla setta Nemenhah.

Continua a leggere

Bimba violentata dal parroco. “Vieni con me, ho le caramelle” – Il sacerdote resta libero, la famiglia costretta a emigrare

Ha abusato di una bimba di soli 7 anni, l’ha attirata nel suo ufficio con la promessa delle caramelle e l’ha violentata.
Ma ora, a distanza di quasi due anni da quel drammatico pomeriggio, l’aguzzino, un sacerdote 75enne, è ancora libero. La triste vicenda, infatti, è arrivata nelle aule del Tribunale milanese, ma per il prete non è scattata alcuna misura di custodia cautelare.

IL RACCONTO – A prendere la parola davanti ai giudici ieri è stato il padre della piccola vittima. È stato lui, un agente immobiliare, a ricostruire passo dopo passo quegli abusi, avvenuti nell’ufficio dell’oratorio.
Un racconto durato più di due ore, carico di tensione e di rabbia.

Continua a leggere

Lo sfogo del prete durante l’omelia: «Offerte basse: fedeli, siete miserabili»

Don Tommaso Pezzarossa

Don Tommaso Pezzarossa

TARANTO – È rivolta a Maruggio contro il parroco della chiesa madre, don Tommaso Pezzarossa, per il contenuto di una sua omelia recitata domenica in occasione delle prime comunioni. Il prelato nel bel mezzo della cerimonia avrebbe pesantemente criticato i genitori dei comunandi che avevano versato un obolo inferiore alle richieste. «Siete dei miserabili, degli ingrati, avete rovinato la festa dei vostri bambini», avrebbe detto il prete rivolto al numero pubblico che affollava la chiesa della Santissima Natività gremita per l’occasione. Le famiglie non hanno gradito. Mentre un gruppo ha abbandonando la messa, altri si sono alzati replicando alle accuse.

Continua a leggere