USA, ex-arcivescovo Cattolico ammette di aver protetto preti pedofili e confessa omosessualità in memoriale

Copertina del libro

Copertina del libro

Un Arcivescovo Cattolico che si è dimesso dalla sua carica nel 2002 a causa di uno scandalo sessuale e finanziario in cui era coinvolto un uomo, racconta la sua lotta con l’essere gay in un memoriale sulle decadi passate nel servire la chiesa.

L’Arcivescovo Rembert Weakland, ex responsabile dell’arcidiocesi di Milwaukee, ha raccontato durante un’intervista di aver scritto sul suo orientamento sessuale perché voleva essere sincero su “come è nato, come l’ho soppresso, come è nuovamente risorto.” Il libro, dal titolo “Pellegrino in una Chiesa Pellegrina: Memorie di un Arcivescovo Cattolico,” verrà lanciato sul mercato a Giugno ed è descritto dal suo editore come un auto-esame da parte di Weakland sulla sua “crescita psicologica, spirituale e sessuale”.

Il Vaticano dice che uomini con “radicate” attrazioni per altri uomini non devono essere ordinati.

Weakland si è dimesso subito dopo che Paul Marcoux, un ex studente di teologia nella Marquette University, ha rivelato nel Maggio 2002 di essere stato pagato 450000 dollari per mettere a tacere l’accusa di violenza sessuale che aveva rivolto all’arcivescovo due decadi prima. La somma fu pagata dall’arcidiocesi.

Pur avendo negato di aver commesso abusi sessuali, in una lettera del 1980 l’arcivescovo scrive di essere in tumulto emotivo per Marcoux e la firma con “ti amo.”

Nelle memorie, Weakland, che è stato un eroe per i Cattolici liberali per il suo lavoro nella giustizia sociale e in altri campi, affronterà anche il suo fallimento nel fermare preti criminali.

In una deposizione videoregistrata lo scorso Novembre, ha ammesso di aver fatto tornare sacerdoti colpevoli al ministero attivo senza avvertire i parrocchiani o la polizia.

I difensori delle vittime di abusi hanno affermato che la copertura operata da Weakland sulla sua stessa attività sessuale era parte di un modello di segretezza che comprendeva anche il nascondere il comportamento criminale di molestatori di bambini.

Negli Stati Uniti, il dibattito sulla predominanza dell’omosessualità nel sacerdozio è da lungo aperto e le stime parlano di percentuali che variano tra il 25% e il 50%, secondo Rev. Donald Cozzens, autore del libro “La Mutevole Faccia del Sacerdozio.”

Secondo Russell Shaw – ex portavoce della Conferenza Episcopale degli Stati Uniti- però, il libro non avrà molto impatto: “che un controverso arcivescovo ammette ciò che tutti sanno da molti anni non farà alcuna differenza.”

Fonte: Fox News

Advertisements

Lascia un commento

Non c'è ancora nessun commento.

Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...