College Cattolico citato in giudizio da ex avvocato per presunti abusi sessuali: chiesto risarcimento milionario

Patrick Raggett

Patrick Raggett

L’ex avvocato Patrick Raggett, 50 anni, ha citato in giudizio il Preston Catholic College, gestito da Gesuiti, per le presunte violenze sessuali che avrebbe subito nel 1970 dall’ormai defunto padre Michael Spencer, chiedendo un risarcimento di oltre 5 milioni di euro.

Durante il primo colloquio davanti alla High Court, Raggett ha raccontato come la sua vita sia precipitata in un baratro senza uscita: problemi al lavoro, abuso di alcolici, un matrimonio fallito.
Fino ad Aprile 2005,  quando ebbe un crollo e ricollegò il suo malessere con i fatti avvenuti negli anni ’70.

Tutto andava bene nella sua infanzia ed era uno studente esemplare prima di entrare, nel 1969, nel college cattolico nel quale  “i Gesuiti comandavano con il bastone di ferro”.

Padre Michael Spencer insegnava francese e allenava i giovani per il football ed avrebbe usato la sua ossessione per lo sport e la fotografia per alimentare le sue tendenze devianti.

“Sotto il mantello della rispettabilità e religiosità sacerdotale, è stato un uomo intrusivo e sfacciatamente abusivo che fu largamente riconosciuto insoddisfacente come persona responsabile dell’insegnamento dei ragazzi,” afferma Robert Seabrook, consulente dell’ex avvocato.

Raggett era conosciuto dai suoi compagni come il “cagnolino di Spencer”, uno dei tre ragazzi che il sacerdote misurava, filmava e fotografava quando era nudo per “controllare la crescita”.

Per controllare la sua elasticità, doveva eseguire degli esercizi completamente nudo e, a volte, toccava “goliardicamente” il suo pène.

Durante il colloquio sarebbe anche emerso che il sacerdote avrebbe insistentemente spalmato un antidolorifico sullo strappo inguinale di Patrick e spesso avrebbe controllato la pulizia del suo pene tirando indietro la pelle del prepuzio.

A volte, un altro sacerdote avrebbe assistito agli abusi di padre Spencer, ma nulla fu fatto contro di lui.

Raggett è stato anche costretto a stendersi su una scrivania per permettere a padre Spencer di controllare “se la sua parte posteriore era ben collegata con la parte anteriore” e, in un’occasione, avrebbe sentito il dito del sacerdote nel suo ano.

Occasionalmente entrava negli spogliatoi della sua squadra di football mentre i ragazzi erano sotto la doccia per lavare le loro parti intime.

La denuncia dell’ex avvocato contro l’ordine dei Gesuiti è stata sospesa in quanto gli assicuratori dei responsabili del college, che negano ogni responsabilità, avrebbero accettato la piena responsabilità per ogni eventuale danno.

Il colloquio, che durerà cinque giorni, servirà a stabilire se la querela è stata presentata fuori dei limiti di prescrizione.

Fonti: Irish Examiner, BBC NEWS

Annunci

Lascia un commento

Non c'è ancora nessun commento.

Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...