Chioggia, scopre la moglie con il prete: infuriato va a chiedere giustizia al Vescovo che invece perdona il sacerdote

Abito talare

Abito talare

VENEZIA: La paura di essere traditi è sempre in agguato in una relazione, ma quando la propria moglie rivolge le sue attenzioni a un prete il tradimento fa ancora più scandalo. O almeno è quello che è successo a Chioggia (Venezia) dove un marito, sostenendo di aver scoperto la dolce metà in intimità con un sacerdote, è andato dritto filato in Curia a chiedere giustizia al Vescovo. L’uomo è stato ricevuto dal Vescovo, monsignor Angelo Daniel, ma il suo stato di agitazione era tale che è stato necessario l’intervento della polizia. Non contento il malcapitato ha deciso di andare nella casa spirituale che ospita il sacerdote, insegnante di teologia, con impegni accademici.

Anche qui la sua reazione è stata talmente aggressiva da far temere un gesto estremo, e questa volta sono intervenuti i carabinieri. La notizia è stata riportata da Il Gazzettino: il marito avrebbe scoperto il tradimento rientrando a casa prima del previsto. Nessun commento è stato fatto dalla Curia vescovile di Chioggia.

Fonte: Il Messaggero

Annunci

12 commenti

  1. Complimenti, e pensare che c’è chi va a confessare i propri peccati proprio a loro….Marco

  2. se posso lascio il mio blog cirie.wordpress.com –

  3. Che cornuto!! Brava la moglie che si diverte e il prete che ne approfitta! GRANDI!

  4. Mah, spero ch tu stia scherzando, Carlo.

  5. Magari l’abate e’ solo invidioso e sa solo fare la morale agli altri.
    Non ce bisogno in internet di un blog del genere, di matti ceh ne sono già tanti.

  6. HO LETTO QUESTO ARTICOLO E SINCERAMENTE NON MI MERAVIGLIA MOLTO IN QUANTO STANDO NELL’AMBITO VOLONTARIATO E RELIGIOSO NE HO SENTITE E VISTE DI TUTTI I COLORI. MI DISPIACE PENSARE E SAPERE CHE “NON C’E’ PIU’ LA VERA FEDE E LA VERA RELIGIONE E MOLTI PRETI E SUORE NON LO SONO PIU’…. PENSANO ALLA CARRIERA E NON PIU’ ALL’UMANITA’ E VALORI DELL’INDIVIDUO. HA CONOSCIUTO ANCHE IO UN PRETE CONSACRATO DA 15 ANNI DEI QUALI 8 ANNI LI HA PASSATI TRADENDO SE STESSO, DIO E IL RUOLO ASSUNTOSI PASSANDO DA UNA DONNA AD UN’ALTRA. SINCERAMENTE SE NON FOSSE STATA PER LA FEDE CHE I MIEI GENITORI E NONNI MI HAN TRASMESSO, A QUEST’ORA AVREI PERSO TUTTO DI CRISTIANO E DI DIO CHE E’ AMORE CHE E’ “VALORE”. ORMAI LA CHIESA NON FA’ NULLA …., DIFENDE SOLO SE STASSA CON IPOSCRISIA (FARISEA) E I PRETI E SUORE CHE RAZZOLANO MALE: GAY, PEDOFILIA, PROSTITUZIONE. IO SONO CREDENTE E QUANDO VADO IN CHIESA CI VADO CON LA MIA MISERIA UMANA CONSAPEVOLE DI ESSERE DEBOLE E DI ESSERE UN VALORE IMPOSTANTE PER ME E GLI ALTRI AIUTANDO I PIU’ DEBOLI SENZA CHIEDERE NULLA . IL MONDO NELLA SOCIETA’ DI OGGI HA BISOGNO DI VERI VALORI, DI VERE PERSONE UMILI E SEMPLICI E NON PIU’ DI FALSI PROFETI CHE PREDICANO BENE E RAZZOLA MALE IN LORO E INTORNO A LORO DANDO UNA LUCE CHE NON E’ RELAE E VERA MA SOLO BUIA. VORREI CHE LA CHIESA E LA LEGGE PRENDESSE DEI SERI PROVVEDIMENTI E CHE I PRETI E SUORE CHE SBAGLIANO VENGANO ALLONTANATI DAL LORO RUOLO PERCHE’ SARANNO SEMPRE RECIDIVI IN CIO’ CHE LORO VERGOGNOSAMENTE HANNO FATTO !!!! VEDREMO ORA COSA ACCADRA’ DOPO L’ENNESIMO FATTO. ORNELLA

  7. caro marco, non scherzo affatto! lei fa bene a scatenarsi, non può mica accontentarsi solo di suo marito! e il prete approfitta! quando gli ricapita!!

  8. meglio fare come ortodossi, preti sposati…

  9. Tutti siamo tagliati dallo stesso legno, anche questi due…

  10. scrive : “abito talare” sotto la foto.

    Ancora uno che parla di cose riguardo ai cattolici e i preti e che non ne conosce nulla.

    Si fa un puo di cultura questo non è un “abito talare” ma un “CLERGYMEN” o “colletto romano”

    Viva l’ignoranza !

    NOTA BENE: v’imaginate vedere tutti fedeli correre dal parroco perchè lui o lei è andato al letto con il vicino o la vicina ?

  11. Sinceramente, signor KTOvox, della nomenclatura specifica di ogni abito indossato dal clero non mi interessa molto.
    Ho cercato “abito talare” su google, e quello era uno dei risultati, fine della storia.

    Lei impari un po’ di educazione e di italiano (e non scriva vaffa… come indirizzo e-mail la prossima volta, grazie).

  12. Dio ha amato ed ama anche te, così come tutti coloro che hanno lasciato un commento sul tuo blog.
    Un abbraccio a tutti. 🙂


Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...