Letizia Cerchia, violentata da un prete a 16 anni: voleva farsi suora, ora si spoglia

Letizia Cerchia

Letizia Cerchia

“Volevo diventare suora di clausura, ma adesso mi spoglio per lanciare un messaggio forte a quanti pensano che la sessualità e la morale siano due mondi incompatibili”: ha le idee chiare Letizia Cerchia, 31 anni, che dopo aver subito molestie da parte di un prete ha cambiato decisamente idea. E, grazie alla maestria di Alberto Magliozzi, fotografo molto noto anche all’estero, ha realizzato un calendario sexy.

Senza veli, sguardo accattivante, capelli al vento, Letizia confessa per la prima volta i motivi che l’hanno spinta a posare completamente nuda.

“La mia vita era già stabilita da quando ero piccola. Vengo da una famiglia cattolica, mia madre è molto praticante e ad Anzio, dove ci eravavamo trasferiti da Todi, frequentavo ogni giorno catechismo e oratorio. Avevo deciso di farmi suora di clausura per dedicarmi completamente alla preghiera, non pensavo a nulla fuorché alla mia vita da religiosa” sottolinea Letizia.

Poi l’evento che le ha cambiato tutta la prospettiva. “Avevo sedici anni e il prete con cui mi confidavo ha abusato di me – ricorda – Non lo credevo possibile, di lui mi fidavo, era il mio punto di riferimento lungo la strada che avevo deciso di intraprendere. Mi sono sentita preso in giro”.

Da quel momento Letizia, figlia unica di un militare della Guardia di Finanza, ha deciso di rompere definitivamente con la chiesa e con la religione. “Di questa vicenda non ne ho mai parlato con nessuno – ribadisce a Tgcom- neanche coi miei. Mia madre mi ha più volte chiesto i motivi della mia repentina decisione, ma per anni ho tenuto per me questo segreto. Mi sono sentita in colpa, mi vergognavo del mio corpo. Mi sono buttata nello studio e mi sono laurata in Biologia”.

A farle ritrovare la fiducia in sé è stato l’amore: Letizia si è sposata e oggi ha una bambina di 4 anni, Ilaria.
“Dentro di me però ho serbato sempre il sogno di dare un messaggio forte ai perbenisti e a quanti, al contrario, sono vittime di abusi sessuali da parte del clero. Volevo rendermi utile e mettere la mia esperienza a servizio di chi ancora soffre in silenzio – conclude – Credo che il mio corpo sia lo strumento migliore per comunicare che la bellezza è un dono da mostrare e guardare senza malizia”.

Fonte: TGCOM

4 commenti

  1. Sto piangendo com un vitello (si dice così?) per la malasorte della recensita, della quale mi restano oscuri i meriti (uno strupro è un merito?) e chiara per contro la solare ingenuità, ella pensando (?) che i fruitori delle sue fatiche calendaristiche saranno scevri da pensieri maliziosi e vieppiù da solitarie abominevoli pratiche…

    Sicuramente, no?

    Un saluto
    Mario Ardenti

  2. Certamente il calendario rimane “un’opera” (se tal si può definire) a puro scopo di lucro che nel fruitore degenera in “pratiche solitarie”, sebbene lei affermi di averlo utilizzato come mezzo “per comunicare che la bellezza è un dono da mostrare e guardare senza malizia.”

    Ciò non toglie, però, che la violenza subita sia un fatto gravissimo, che va condannato.

    Saluti

  3. Complimenti per lil tuiocoraggio e la tua bellezza spero presto di trovare il tuo calendario in ediicola

  4. ciao letizia che dire mi dispiace…sono una tua compagna di liceo ma non sapevo tuttto questo eppure per anni sei stata la fidanzata di un nostro carissimo amico e non abbiamo capito mai nulla neanche quale fosse la tua vocazione. mi dispiace perche io li ci andavo dalle medie e non mi sono accorta di nulla….non si finisce mai di imparare comunque sei rimasta sempre uguale complimenti per il calendario…ohi se mi dovesse servire per regalarlo a mio marito..chiamero’ il tuo fotografo…un abbraccio


Comments RSS TrackBack Identifier URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...