Roma, Guzzanti indagata per vilipendio al Papa

Sabina Guzzanti

Sabina Guzzanti

ROMA: Sabina Guzzanti indagata per vilipendio contro il Papa. La procura di Roma chiederà al ministro della Giustizia di procedere contro l’attrice per le parole su Benedetto XVI pronunciate l’8 luglio scorso durante il “No Cav Day” in piazza Navona. Il procuratore Giovanni Ferrara e il pm Antonello Racanelli hanno invece chiesto al gip di archiviare la posizione di Beppe Grillo, che aveva attaccato il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano: quella del comico genovese era satira. La prima reazione è di Antonio Di Pietro, che del No Cav Day fu tra i primi animatori: “Solo ai tempi dell’olio di ricino chi la pensava diversamente finiva in galera”.

Secondo i magistrati, le parole della Guzzanti sono da ritenersi molto grevi e volgari, ma per poter procedere nei suoi confronti la legge prevede il via libera del Guardasigilli nel caso di vilipendio nei confronti del Papa, equiparato al capo dello Stato.

Il reato ipotizzato nei confronti della Guzzanti è disciplinato dall’articolo 278 del codice penale (che prevede l’autorizzazione per procedere del ministro della Giustizia) che si estende alle offese rivolte al Pontefice sulla base del Trattato Lateranense. Se il Guardasigilli non darà il via libera, l’inchiesta contro la Guzzanti sarà destinata all’archiviazione per mancanza di una condizione di procedibilità. In caso contrario, la procura andrà avanti.

Di Pietro commenta: “L’onore e il prestigio del Pontefice, al quale va il mio massimo rispetto, a mio avviso non sono calpestati dalla satira della Guzzanti che, proprio in quanto satira, va presa per quel che è. Si può condividere o non condividere – continua il leader dell’Idv – e neanche io l’ho condiviso quel giorno, ma solo ai tempi dell’olio di ricino chi la pensava diversamente finiva in galera. Ma si sa, essere una donna libera ai giorni nostri è un reato!”.

Fonte: La Repubblica

2 commenti

  1. Ciao a tutti, la guzzanti non ha fatto una critica, ma ha “vilipeso” pesantemente il papa. Forse non hai sentito quello che ha detto. Facciamo una sintesi: Grillo ha accusato il nostro Presidente di dormire; La guzzanti ha detto che il mio Papa andrà all’inferno dove un’esercito di cul… lo sodomizzerà all’nfinito. La sintesi non rende l’enorme volgarità della battuta (per nulla spiritosa) e il contesto. Quello che ha detto non è nè critica nè satira, ma volgari offese e vilipendio. Il resto è solo facile demagogia per dire che si può tutto a tutti, magari domani al posto di fire al barista “buongiorno” lo insulterò con le stesse parole della guzzanti. Poi se sto facendo una battuta lo spiegherò alla polizia. Poi se al papa vengono attribuiti gli stessi “privilegi” del presidente non è perchè i valori laici “la Patria” e quello religiosi “La Chiesa” hanno lo stesso peso? Saluti ascolta l’intervento della guzzanti e di grillo e poi mi rispondi.

  2. Il vilipendio a un ministro religioso è reato. Questa teatrante va punita.


Comments RSS TrackBack Identifier URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...